Crea sito

Emozioni

Il video su YouTube è al seguente link:

http://www.youtube.com/watch?v=rvIMkaa-LQ4

Emozioni dell'Anima ESCAPE='HTML'

Amatissimi e siete amati davvero non dubitatene mai.

E' difficile per voi avvertire le frequenze dell'amore purissimo che proviamo per voi e che  non riuscite a percepire, se non in parte, a causa della vostra  frammentarietà.

Il vostro corpo ed  il vostro Spirito infatti, non sono ancora l'unità che è la vostra meta finale.

Non dispiacetevi di questo, fa parte del gioco e non include assolutamente nessuna forma di giudizio da parte nostra.

Abbiate  fede in ciò che siete, pensate e reagite con calma agli eventi quotidiani della vostra vita e non preoccupatevi, non vi verrà dato  più di quanto voi stessi non abbiate richiesto.

Il consiglio che possiamo darvi di fronte ad eventi e situazioni emotive difficili è quello di fermarvi a riflettere  sulla loro origine.

Da dove arriva la vostra emozione?

E' l'evento che l'ha scatenata o il fatto che vi sentite in qualche modo di dover rispondere alle esigenze altrui per riceverne accettazione?

Carissimi,avete così  poca fiducia in ciò che siete e come vi abbiamo già detto non significa che non sia motivata questa mancanza di fiducia.

E' il risultato delle esperienze che avete vissuto nella 3D e si manifesta ancora sebbene non ci siano motivi concreti  per la sua manifestazione.

Molti di voi hanno raggiunto una tale conoscenza di se stessi ed una consapevolezza tale da non dover venir giudicati da nessuno, essendo voi in grado di conoscere e capire gli eventi e l'origine delle vostre reazioni.

Avrete modo di sperimentare la vostra ascesa anche in forme piacevoli, non dovete pensare che sia tutto difficile e faticoso.

La parte terminale dell'ascensione non riguarda il vostro corpo fisico ma il vostro corpo interiore e coinvolge in modo importante la percezione di tutte le cose che state vivendo e quelle che vi hanno fatto soffrire.

Avete il nostro sostegno ad ogni passo e credeteci non ci sarà alcun  trauma perchè quando arrivate a questo punto siete pronti a guarire e ad entrare nel nostro stesso Regno, come deciso e come meritate.

Sappiamo che non potete comprendere appieno queste parole, non avendo la visione completa di ciò che stiamo dicendovi ora.

Rilassatevi, godetevi il percorso e arrivate al traguardo dove siete attesi.

Potreste anche divertirvi, sapete?
Capirete queste parole al momento opportuno..

Non pensate a niente, vivete attimo per attimo e lasciate andare le cose mano a mano che arrivano, senza trattenerle.

La vera forza deriva da questa capacità di non trattenere, di lasciare andare e dal non abbandonare  la Fonte luminosa che guida i vostri passi.

Bene, ora parliamo di un altro aspetto delle emozioni che causano il passaggio dimensionale degli individui.

Ognuno di voi deve attraversare il campo emozionale, uscendone completamente rigenerato nella sua consapevolezza.

Ci sono tre corpi, quello più visibile che è  il vostro involucro fisico, quello emotivo che è il corpo subito dopo e quello mentale che è il terzo.

Il corpo spirituale li comprende tutti e quando arrivate a questo livello, significa che avete incluso in voi, nella vostra consapevolezza, anche le parti più basse del vostro stesso Essere.

Le emozioni vivono in forma più o meno disordinata ad un livello non manifesto della consapevolezza umana.

Ecco perchè vi è cosi' difficile gestirle.

Non riuscendo a percepirle con ordine, dominano le vostre azioni e la vostra esistenza senza che possiate intervenire per modificarle, per guidarle.

Quando si manifesta un'emozione come per esempio la gioia, la vivete senza esserne consapevoli realmente.

Provate una bella emozione e ne siete attratti ed il ricordo di quella emozione rimane vivo in voi provocando il desiderio di una ripetizione della stessa.

Quando questa emozione non si manifesta come sperato, perchè tutto muta, allora vivete l'emozione di delusione.

Non riuscite ad elaborare il mutamento e la trattenete come emozione da dimenticare, come emozione negativa.

Cercate di capire questo punto: il ricordo non è  la vostra esistenza e non è  il vostro presente.

Quello che volevate vivere sia in forma positiva che negativa, non dipende da una vostra scelta ma dalla sincronicità e quindi non riuscite a dominare gli eventi come vorreste.

Accade allora che create le forme pensiero morte e le rivivete.. rivivete.. rivivete.

La consapevolezza quindi è necessaria per portare alla luce questi ricordi che non esistono più.

Quando state vivendo un evento elaborate immediatamente l'emozione in voi e le trasmettete tutti i ricordi che avete.

Essi riguardano non solo il vostro passato come individui ma anche quello della collettività, dell'intera umanità.

Cercate quindi di comprendere, alla luce della vostra storia individuale, che ciò che state provando, rappresenta tutto ciò che ormai è morto del vostro passato.

Non si tratta del vostro presente che di per sè durerebbe l'attimo in cui esiste.

Provate a fermare per un attimo un evento della vostra vita in cui l'emozione vi ha travolti a tal punto da non averla saputa dominare, controllare.

L'avete lasciata esplodere nella sua manifestazione e vi ha trattenuto per parecchio tempo nella sua morsa.

Non deve andare così..dovete viverla, lasciarla scorrere ed andare avanti.

Quando parliamo di controllo non significa affatto che dovete diventare una macchina: questo è ciò che fa la mente.

Il controllo significa vivere con equilibrio l'emozione stessa, senza alcun tipo di giudizio e con la consapevolezza che quella emozione arriva da una dimensione superiore a quella materiale,.

Essa riguarda il corpo sottile e vivendola vi permette di arrivare ad un traguardo superiore rispetto all'uomo della 3D.

Il vostro involucro fisico non è in grado affatto di comprendere pienamente questa emozione che risiede invece in una dimensione superiore alla vostra, ossia nella quarta  dimensione.

E' il vostro Sè superiore semmai, che la guida con maestria.

Quindi l'emozione è  il mezzo con cui potete allacciarvi stabilmente al vostro Sè superiore, è un ponte.

Guardandola la riconoscete, non potete in alcun modo contenerla nella mente, potete lasciarla invece scorrere nel cuore.

Essa quindi, crea quel ponte tanto cercato con il vostro Sè superiore che  vi permette la piena padronanza di questo aspetto di voi che come vi abbiamo detto non risiede affatto nella terza dimensione, ma in quelle superiori.

Quando diventate consapevoli dell'emozione siete nella quarta dimensione, quando diventate padroni dell'emozione stessa, siete giunti alla quinta dimensione.

Siete il vostro Sè superiore.

Quindi potete iniziare ad osservare le vostre emozioni ed a considerarle come vi abbiamo indicato: vedrete che sarà sempre più facile includerle nella vostra attenzione spirituale.

Con amore..

Shamballah