Crea sito

In cerca del vero amore

Il video su YouTube è al seguente link:

http://www.youtube.com/watch?v=506oBGltCH0

In cerca del vero amore ESCAPE='HTML'

Benvenuti carissimi

Oggi parleremo di quanto per voi sia difficile riuscire a cogliere l'essenza prima d'un evento.

Se ognuno di voi riuscisse a coglierne il significato profondo non avreste più bisogno di continuare a rivivere una stessa esperienza, essendo il significato profondo la lezione prima che dovete scorgere con gli occhi della consapevolezza.

Facciamo un esempio pratico: arrivate ad un punto della vostra esistenza e sembra che ogni volta che tentate di sciogliere il nodo della matassa, una forza prorompente vi respinga al punto di partenza, quasi a volervi far ricominciare tutto il percorso.

Questa ovviamente non è crudeltà da parte del mondo spirituale ma un modo per riuscire a farvi vedere che in quel particolare punto non avete meditato abbastanza a lungo.

In quel punto non siete riusciti a cogliere l'espressione prima che vi permetterebbe di liberarvi dal fardello dell'esperienza stessa.

Portate sulle vostre spalle un'infinità di fardelli, sapete?

Sono talmente pesanti, alcuni di questi, che v'impediscono di ascendere con la giusta gioia e leggerezza ed è questo il motivo per cui è necessario trasformare in consapevolezza, l'esperienza.

Un esempio pratico: una persona vede  ripetersi il fallimento dell'amore nella sua vita, non una ma svariate volte.

Ahh,  l'amore..ci pensate continuamente tutti, riempie i vostri desideri, i vostri spazi vuoti, i vostri pensieri e vi colma di quel bisogno imponente che vi spinge a cercarlo a tutti i costi.

Vi buttate su quella o su quell'altra esperienza colmi d'entusiasmo, sicuri che questa volta..sì..questa volta sarà quella decisiva.

Invece arrivate sempre al punto di partenza, tornate giù, sprofondate negli abissi della disperazione perchè non riuscite a trovare l'amore della vostra vita.

Ma vi siete mai soffermati a chiedervi perchè l'esistenza, la Fonte, dovrebbe mai privarvi della gioia più grande per un individuo, quella della condivisione d'un amore?

Provate a fermarvi, ad osservare l'evento che poi ha scatenato la fine di quell'amore.

Cosa è accaduto, perchè si è spento, cosa desideravate davvero da quell'amore?

Ad un certo punto, l'amore che tanto riempiva il vostro cuore, inizia ad assumere l'aspetto non più delle vostre aspettative, ma di quello che invece non volete.

Gli date il volto opposto a quello che gli davate all'inizio.

Come mai è così cambiato il vostro punto di vista?

Può essere forse che l'uomo o la donna che amavate, ad un certo punto si siano trasformate in  persone differenti?

Quella persona rimane sempre abbastanza  uguale a come l'avevate conosciuta, generalmente.

Siete voi che la state osservando con gli occhi della vostra disillusione, delle vostre aspettative mancate, del vostro senso d'inquietudine e di vuoto.

Nessun individuo può riempire ciò che non è colmabile dall'esterno, essendo dentro il suo sè, il problema.

Così, quando la passione scema, quando la realtà quotidiana non è più velata dagli occhi  innamorati, ecco che la verità appare.

Quella povera persona non ha fatto niente per meritare il vostro dissenso, si è solo trovata a vivere due momenti distanti fra loro, in cui i vostri occhi osservavano la medesima cosa.

Ora provate a fare un passetto ulteriore.

Se non è quella persona ad essere cambiata, allora lo siete forse voi?

Anche voi in realtà siete rimasti ciò che eravate, grossomodo.
Quindi che cosa è cambiato?

Perchè vedete la medesima realtà  in modo opposto?

E' cambiato il vostro punto di vista: la state osservando non più con gli occhi di un cuore cieco, ma con gli occhi d'una mente fredda.

Una mente fredda che però brama quel cuore cieco, poichè è l'unica fonte di benessere che abbia mai conosciuto e di conseguenza, la cerca in continuazione, sperando ogni volta che quella fonte sia quella giusta.

Un altro passetto, consiste nell'iniziare a vedere l'amore per quello che è: uno stato dell'essere.

E' ciò che siete realmente ed è ciò a cui aspirate, il capire chi siete.
Ecco perchè cercate continuamente negli altri, la conferma dell'amore che è in voi.

Voi non state cercando un amore, state cercando voi stessi, la Fonte di tutte le cose, la Fonte dell'amore stesso.

Solo quando vi troverete in quella Fonte, riuscirete a percepire gli altri per ciò che sono, non attraverso uno specchio che colma i vostri bisogni ma attraverso lo specchio della consapevolezza di ciò che siete e di ciò che ogni altra persona è.

Solo allora riuscirete ad amare senza essere colti da quell'inquietudine, da quello stato di bisogno, da quella necessità che vi rende insofferenti a qualsiasi rapporto che vada oltre il tempo necessario al suo consumo nella prima fase.

E questo tipo di amore/bisogno durerà sempre meno ed altrettanto  breve sarà l'appagamento che proverete per quella persona che dicevate di amare.

La spinta all'ascensione del vostro Spirito infatti, tenterà in tutti i modi di farvi guardare all'origine del problema.

Il problema è sempre lo stesso: i vostri occhi guardando una realtà manifesta al di fuori, un'ombra che in realtà sta manifestandosi prima di tutto dentro di voi.

Dovete considerare il tempo necessario per meditare su questi fallimenti: cercate di non giudicarli come eventi determinanti della vostra vita perchè non lo sono affatto.

Rimarranno tali fino a quando i vostri occhi non si rivolgeranno all'interno delle cose.

In quella visione interiore, riuscirete a scorgere la libertà che bramate da quel legame che v'incatena in una ruota infinita d'eventi dolorosi che tendono a ripetersi.

Credete sia difficile guardarsi all'interno?
Non lo è affatto, non è difficile, non ci sono prove impossibili ma solo tentativi che vi portano sempre un pò più vicino al traguardo.

Per quanto siano una tensione che a volte considerate insopportabile, è quella stessa tensione che alla fine spezzerà la corda di un legame che vi ancora a terra, in una dimensione pesante ed insopportabile.

Una volta che la corda sarà rotta, che la vostra consapevolezza sarà riuscita a penetrare l'evento che deve rivelarsi alla vostra consapevolezza, riuscirete ad amare davvero, senza alcun bisogno.

Non ci sarà più bisogno di vivere quelle prove dolorose, non dovrete più subire.
Dovrete solo assaporare l'esperienza attraverso la vostra consapevolezza.

Non sarete più quel voi che premeva per ricevere, sarete un voi che si esprimerà  per ciò che è, in tutta la sua pienezza, in tutto il suo splendore.

Quando imparate ad amare davvero, lasciate andare ogni aspettativa sull'altro, poichè le aspettative sono qualcosa che scaturisce da un mancato riconoscimento di voi stessi e del vostro potere.

Tentate di colmarlo, cercando nell'altro od anche in esperienze sempre diverse, ciò che invece non può essere raggiunto che dall'interno, con gli occhi della consapevolezza.

La vera libertà, la vera vita risiede nella consapevolezza, in quel testimone silente di ciò che accade nella vita, che vi accompagna per l'intera vostra esistenza, diventando via via manifesto ai vostri occhi.

La vostra consapevolezza siete voi, è il vostro Sè superiore, il vostro Maestro, è il vostro centro gravitazionale che v'impedisce di di sbagliare essendo il centro spirituale dell'uomo, perfetto, ad immagine e somiglianza di Dio.

E' ciò che voi tutti siete.

Osservate quindi gli eventi ripetitivi della vostra vita, nel vostro silenzio interiore, indisturbati e senza fretta.

Vedrete che tendono a ripetersi e lo fanno per spingervi sempre più nell'oceano inferiore di voi stessi, dove dimora la Luce divina di cui siete fatti.

Vi amiamo carissimi e sappiamo che queste parole sono importanti per molti di voi.

Come sempre, lasciate che penetrino in voi come fa una chiave nella toppa: vedrete che si accenderanno, tramite queste parole, delle luci che prima non potevate vedere.

Lasciate che agiscano sulla vostra stessa consapevolezza, per rendere manifesta la verità che dimora in voi.

Con amore

Shamballah