Crea sito

La crisi economica e sociale

Il link su YouTube è al seguente link: 

https://www.youtube.com/watch?v=51xaRfSPLBM&feature=youtu.be

La crisi economica e sociale ESCAPE='HTML'

Carissimi benvenuti, che il cielo e la terra possano arrivare a quella congiunzione armonica che tutti aspettiamo da tempo.

In questa canalizzazione vi verranno fornite indicazioni precise su come procedere con cautela nei prossimi mesi.

Gli sconvolgimenti attuali nel mondo, sono un breve passaggio causato dall'assestamento dell'asse terrestre e dai nuovi potenti portali energetici che vengono convogliati verso il vostro Pianeta.

Non sono mai eventi catastrofici o meglio non sono eventi che creeranno, come pensate, condizioni di distruzione.

Siamo tutti consapevoli dei vostri dubbi, sono legittimi eppure tutti noi ed i canalizzatori della Terra, vi abbiamo sempre indicato questo periodo storico come bello ma non certo facile.

Se avete timori è solo perché dubitate ancora delle nostre parole, della verità delle nostre informazioni. Chi ha superato lo scoglio del dubbio non può dubitare.

Ci sono canalizzatori in terra che stanno operando in modo sublime, creando quel ponte d'energia di coscienza calda e confortevole che molti necessitano di sentire.

Altri che si occupano di dare informazioni relative a nozioni scientifiche più specifiche.

Altri daranno informazioni che riguardano la collettività, il modo in cui procedere per posare i primi mattoni di luce che costituiranno il nuovo tempio in terra, la vostra dimora terrena.

Il primo passo da tenere in considerazione riguardo all'ascesa collettiva, è il modo in cui vengono date le informazioni. Cercate di non uscire dai binari della positività, del modo positivo in cui date le notizie.

E' importante creare sempre una condizione di speranza nell'interlocutore e non cedere a momenti di totale sconforto.
Sappiamo che lo sapete fare abbastanza bene ma potete migliorarvi ancora.

Avete davanti a voi situazioni economiche che vi sembrano irrisolvibili. Non è così.
Questo messaggio potrebbe essere utile anche a coloro che ne sono stati la causa.

Uno dei modi più sicuri per avanzare è quello di uscire da ogni sorta di conflitto personale e di cercare un punto di aggancio che possa essere utile a tutti.
Non è impossibile.

L'economia reale nasce da un'attenta pianificazione e deve essere ripresa in mano ed agganciata a nuovi principi di convivenza e di utilità collettiva.

Ci sono situazioni complicate perché non avete saputo cedere parte della vostra sovranità pensando che vi si volesse ridurre in schiavitù.
Non era questo lo scopo originario anche se qualcuno ne ha sicuramente approfittato.

E' vero ci sono Stati che hanno sofferto più del dovuto e non avevano certamente maggiori responsabilità rispetto agli altri.

Cedere la propria sovranità non significa cedere la propria nazionalità: significa semmai concedere un pezzo di se stessi in favore della collettività.

La Germania è stato un cattivo esempio in tutto questo: ha preso e non si è curata di nessuno se non dei propri interessi.

L'economia va calcolata in base agli interessi di tutti, se tutti stanno bene di riflesso l'abbondanza arriverà comunque.

Se le situazioni non sono in equilibrio prima o poi cadranno anche quegli Stati che sono sopravvissuti per un certo periodo senza problemi.

Non avete ancora compreso la lezione principale di tutto ciò che sta accadendo in Europa.

Siete legati gli uni agli altri, pensare di costruire un mondo sbilanciato dove alcuni hanno ed altri non possiedono significa il fallimento.

E così è stato.
Come uscirne ci chiedete?

Rimettete in discussione tutto il progetto Europa, allontanate le figure losche che si sono macchiate di crimini contro l'umanità ed iniziate a porre regole certe e sicure che creino abbondanza e non mancanza.

Ridiscutete il problema del debito che non ha alcun senso se non per gli speculatori.

Potrete eliminarlo completamente un giorno, non si tratta di un'impresa impossibile, le menti economiche più geniali saprebbero già oggi come operare nelle singole nazioni.

Ricordate anche che il rispetto della diversità delle altre nazioni è condizione necessaria per una sana convivenza.

Diverso non significa sbagliato, significa anzi che il soggetto possiede capacità e peculiarità che a voi sono precluse.

Voi italiani avete capacità mentali e d'ingegno che sono precluse alle altre razze.

Puntate sull'ingegno, fatene il vostro punto di forza, costringete il mondo a riconoscere che è questa la vostra ricchezza.

L'apparente disordine del vostro popolo nasce proprio da questa vostra capacità d'accedere alle forme superiori per portarle nel piano concreto.

Senza ingegno non si fanno passi in avanti.

Ed è qui che potreste davvero trovare punti di connessione con popoli molto diversi al vostro, che magari, possedendo un rigore più deciso, riuscirebbero a portare a termine i vostri progetti.

Quello che vi chiediamo è di fare un passo indietro, chiediamo che tutte le menti più evolute la smettano d'irrigidirsi nelle proprie posizioni ed inizino davvero a creare quel mondo di solidarietà che a dispetto di ciò che credete oggi, continuando a mantenervi nella vostra inflessibilità, non arricchirà nessuno.

Sarà invece foriero di ulteriori lacrime.

Sappiamo che ci stai dicendo che questo non è in vostro potere ma è anche vero che il pensiero collettivo sta creando divisioni che si sono spinte oltre l'accettabile.

Iniziate da voi, il resto seguirà.

Il mondo è cambiato ma non è il buio che vi avevamo promesso è semmai una nuova consapevolezza ed ora avete le basi per agire in modo da aiutare tutti a stare meglio.

Recriminare non serve.
Serve rimboccarsi le maniche e cercare di non creare ulteriori conflitti contro gli avversari.

Alcune situazioni particolarmente tragiche e stagnanti stanno per essere stanate dalla presa di posizione di alcune autorevoli ed influenti personalità del mondo politico ed economico.

Non avevano previsto certi sviluppi tragici, non potevano immaginare che piccole cause potessero mettere in moto così gravi conseguenze.

Ora si muoveranno per correggere certi errori ma voi dovrete fare la vostra parte.

Create Luce, potete farlo tutti, potete risorgere.

Shamballah


Cari amici, voglio dire una parola anch'io, in qualità di Angelica Barbieri, in merito a questa canalizzazione.

Non è l'unica canalizzazione verso cui nutro un certo dissenso.
Alcune riguardanti il processo di creazione sono molto in dubbio se pubblicarle o meno...vedremo.

Evidentemente non sono ancora ascesa a livello dei Maestri di Shamballah o devo capire altro..non lo so..ma non posso non dire ciò che ritengo giusto.

Per chi mi conosce sa che seguo la politica e che il discorso Sovranità è delicato dal mio punto di vista di comune mortale. Sì, rimango una comune mortale per ora e non posso non dire la mia.

Capisco le parole dei Maestri quando c'invitano alla convergenza e personalmente sarei anche disposta a fare quel passo indietro ma certo non sarà mai un passo indietro per lasciare posto allo sfacelo che abbiamo subito collettivamente.

O meglio, proprio come dicono i Maestri, alcuni hanno davvero dovuto dare molto più di quanto fosse giusto.

Basta sofferenza: non è la mancanza che permette una crescita equilibrata, semmai, l'abbondanza e di questo ne sono convintissima.

Sono pronta a fare due passi in avanti se chi di dovere non rimedierà a questo folle progetto Europa che tanta distruzione ha causato, come ammettono anche i Maestri, in famiglie, città ed intere Nazioni.

Vedere la Grecia ridotta in quel modo per me è inaccettabile, non so nemmeno come riescano a dormire la notte coloro che l'hanno massacrata in quel modo orribile.

Si può ridiscuterne questo sì, ma non dovranno esserci inganni di nessun tipo. Faremo molta fatica a fidarci di nuovo, per alcuni sarà impossibile. Se semini vento, non stupirti di raccogliere tempesta e di non saperla gestire se esce dai binari.

Non so se sto sbagliando o meno e non credo di essere così decisiva in ciò che avverrà, ma la mia coscienza nemmeno i Maestri riusciranno a cambiarla: quello che è giusto, rimane giusto e io sono qui, qui!

Forse sono inflessibile, forse non lo sono...ma il fatto di canalizzare non significa che debba accettare qualsiasi messaggio mi venga dato. Io non sono così né potrò mai esserlo: non mi adatto alle cose ingiuste.

Alle volte mi chiedo perché proprio io, così poco malleabile, sia stata scelta per una cosa del genere..ma va beh.

E' vero siamo legati e tutto sta crollando. Dipende da noi ma NON solo da noi.

Ci tengo a precisarlo: insieme significa insieme, non uno che soffre e l'altro che gode.

Ecco, con questa aggiunta mi sento più serena nel pubblicare questa canalizzazione.
Spero che l'accetterete comunque. Probabile che sia io a non vedere ancora bene.

Angelica Barbieri

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

I Maestri in un breve messaggio mi hanno risposto con queste parole:

"Angelica carissima grazie di darci questa opportunità di spiegare meglio il nostro intento.

L'ultima canalizzazione non è stata fatta per indurvi a cedere parti di sovranità collettiva od individuale,

La canalizzazione mirava a a farvi ampliare il vostro concetto di Unità che non deve essere isolato in se stesso ma integrato nell'Uno.

Comprendiamo i tuoi timori e le tue perplessità e non era questo che volevamo ottenere. Non demordere, prosegui si sta avvicinando sempre di più il momento in cui tutto ti sarà più chiaro. "