Crea sito

L'avventura spirituale di Angelica

Mi chiamo Angelica e sono uno dei canali attraverso cui i Maestri Ascesi di Shamballah comunicano con la nostra dimensione.

Sono nata il 30 Ottobre del 1967 e sono un'infermiera.

Sono sposata con Paolo dal 1989 ed ho tre figli, Laura, Gloria e Matteo,  tutti ormai grandicelli.

Credo sia interessante conoscere come sono approdata all'esperienza dell'ASCENSIONE: in questo momento la chiamo con questo termine ma quando tutto ebbe inizio ero del tutto inconsapevole della piega che avrebbero preso gli eventi nella mia esistenza.

A 32 anni ci fu la svolta, un evento che stravolse completamente tutto il mio mondo.

Ho sempre amato leggere ed un giorno mi capitò fra le mani un libro che parlava di Spiriti Guida

(“ Spiriti Guida” di Iris Belhayes).

Mentre le pagine scorrevano veloci davanti ai miei occhi, una dopo l'altra, il mio corpo era attraversato da brividi intensi, lacrime di pura estasi scendevano copiose dai miei occhi, i capelli mi si rizzavano sulla nuca, il cuore sembrava esplodermi nel petto: riconoscevo ogni parola scritta in quel libro.

Ora che ho più esperienza so che si è trattato di “risonanza”, ossia quando l'Anima è pronta a volare, si aprono delle porte, fino al momento prima chiuse, che attraggono ciò di cui  si ha bisogno e “decodificano” ciò che è dormiente a livello cellulare.

Avevo infatti la sensazione che si fosse aperta una porta che neppure immaginavo esistesse in me: improvvisamente sapevo cose che un attimo prima non solo non immaginavo ma neppure contemplavo nel mio bagaglio personale.

Ero stata “iniziata” al mondo dello Spirito.

Un momento prima ero del tutto inconsapevole e un attimo dopo sapevo perfettamente chi siamo veramente, dove andiamo dopo la cosiddetta morte, perchè stiamo vivendo..

Furono cinque giorni ( tanto durò la lettura di quel libro), di pura estasi mistica: un'esperienza incredibile, bellissima, indimenticabile anche se tutta interiore.

Era solo l'inizio ma io non lo sapevo.

Non mi ero mai interessata seriamente a cose del genere: sì, conoscevo ed ero attratta dagli Angeli, leggevo le carte e gli oroscopi, facevo le corna davanti ad un gatto nero per superstizione, pregavo malamente anche se credevo in quel Dio insegnatomi a dottrina, ma tutto in modo superficiale, senza una vera “coscienza” di questo mondo.

Non ero nemmeno lontanamente consapevole del vero significato di “ spiritualità” e d'altra parte nemmeno m'interessava esserlo.

E quel giorno con quel libro, tutto cambiò.

Ero incredibilmente felice, il mondo era diventato un arcobaleno e mi resi conto che fino a quel momento lo avevo visto in bianco e nero.

So che solo chi ha vissuto il Risveglio può comprendere pienamente le mie parole e ciò che si prova quando accade questa esperienza unica, meravigliosa ed incredibile.

Una notte, ero al lavoro (esercitavo la mia professione in Rianimazione pediatrica)e mi stavo occupando della  stanza con i miei 4 bambini.

Era tutto tranquillo, i piccoli nelle loro culle, la stanza buia ma illuminata dalle luci dei monitor e dei ventilatori; così mi sedetti sulla poltrona beige della stanza, per ripensare agli ultimi strabilianti giorni della mia vita.

Alla fine del libro che entrò in risonanza con il mio Risveglio, spiegavano l'importanza della meditazione per raggiungere stati superiori di coscienza.

Non capivo nemmeno cosa significasse “stati superiori di coscienza” ma nel libro illustravano la tecnica per iniziare a meditare:  come penso ben sappiate tutti però,  tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare ..o meglio..la realtà.

Non avevo la più pallida idea di come potervi riuscire.

Mentre riflettevo su questo problema iniziai a respirare in iperventilazione profonda ...ma non ero io a farlo.

Era come se qualcun altro stesse respirando al mio posto.

Ero così stupita di non avere il controllo del mio respiro che pensai: “ non ci credo..è impossibile..è stato un caso..vediamo se lo sai rifare..”, parlando a questa “entità” che percepivo e che aveva respirato attraverso il mio corpo.

E questa “entità” lo rifece e lo rifece e lo rifece ogni volta che io sempre più stupita la mettevo alla prova: era diventato un gioco alla fine e lo abbiamo fatto per un bel pò.

Mi arresi quindi all'evidenza e capii che mi stava insegnando la base della meditazione: la respirazione.

Non solo non siamo soli ma Loro( le chiamerò Guide o Maestri)  sono sempre con noi, sanno cosa pensiamo e facciamo  in ogni istante( ho sempre pensato che deve essere una noia, ora che conosco come la mente parla ininterrottamente, star sempre lì ad ascoltare tutto....ma non andiamo oltre....perchè se noi, come ci hanno insegnato i Maestri, siamo anche il nostro Sé Superiore, la cosa non è poi così strana).

E' stato il primo reale contatto cosciente con i Maestri della Quinta Dimensione.

Ho iniziato così a meditare ed ora lo faccio giornalmente e senza fatica.

Mentre medito sono sempre attenti ad aiutarmi: chi pratica la meditazione sa quanto sia difficile non pensare a nulla, creare il vuoto e soprattutto mantenerlo. Ci riesci per pochissimo tempo perchè la mente tende sempre ad interferire con il suo continuo cicaleccio.

Quando questo accade, le mie Guide mi riportano all'attenzione cosciente, facendo schioccare mobili, muovendo le tapparelle o facendomi scricchiolare la cartilagine del naso.

Quando medito a letto la sera, prima di dormire spesso c'è anche il mio consorte e per lui all'inizio, vivere tutti questi “ rumori” non è stato facile; aveva paura perchè non li comprendeva.
Sentiva questi continui scricchiolii dei mobili, improvvisi colpi inspiegabili ma di routine e quindi, avvertendo la sua inquietudine chiedevo alle mie Guide di essere “meno evidenti”( sceglievano allora altri modi per riportarmi all'attenzione della coscienza, per esempio quello della cartilagine del naso..ma anche altri..).

Ormai, dopo tanti anni mio marito si è abituato e vive serenamente questa mia..nostra..convivenza...come d'altra parte, anche i miei figli: probabilmente perchè vedono tranquilla me e perchè anche se a grandi linee, essendo loro ancora inconsapevoli, ho cercato di spiegare cosa era accaduto nella mia vita...come sto spiegando a voi del resto.

Dopo questo evento e molti altri meno importanti ce ne fu uno altrettanto interessante.

Una mattina al risveglio nel dormiveglia, udii una voce maschile che mi diceva: “ Il tuo specchio di vita è la Verità e la Verità devi trovarla”.

Nei giorni a seguire iniziai a fare sogni particolari relativi a “Rennes le Chateau”: mi spiace non averli segnati..ora so che è meta di molti Ricercatori appassionati anche se allora non la conoscevo proprio e magari qualcosa di quei sogni sarebbe stato utile per loro.

Mi ricordo solo alcune cose e chissà che un giorno riesca ad andarci per comprenderle almeno un pò..o forse, come penso sia, era solo un modo per incitarmi allo studio esoterico e dei misteri.

Ho sognato la lapide, il pavimento a scacchi, una chiave d'oro fatta a forma di segno zodiacale dei pesci e ancora la “voce” nel dormiveglia che mi diceva queste parole: “ Nell'acquasantiera c'è la pietra filosofale”. E molto altro ma mi fermo qui.

Ora ovviamente conosco bene l'argomento, perlomeno per ciò che si trova nei libri...

In ogni caso è stata la mia “iniziazione” ossia quello studio che poco alla volta t'introduce nei misteri esoterici, trasmutandoti in un individuo di coscienza superiore.

Ero sempre continuamente guidata da queste presenze che mi aiutavano nel percorso ed avevamo un rapporto molto bello e giocoso, molto spiritoso.

Un altro evento importante fu quando “ricordai” il linguaggio simbolico da un giorno all'altro..uso il termine "ricordare" perchè probabilmente era un'abilità acquisita in un' altra mia esistenza..ora posso dirlo, un'abilità con caratteristiche quantiche.

All'epoca frequentavo un forum su Alfemminile ( il mio nick era Angelica32..forse trovate qualcosa con Google se v'interessa risalire a quell'esperienza, vedendola in diretta...).

Un giorno una ragazza chiede se qualcuno era in grado d'interpretarle un sogno.

Io senza pensarci, come in trance, iniziai a farlo e lo feci in modo stupefacente e decisamente singolare rispetto a coloro che interpretano( perchè interpretavo parola per parola..non il senso generale di un sogno..pur arrivando al senso generale alla fine del lavoro).

Era come se invece di leggere il testo normalmente, come facciamo tutti, ne riuscissi a percepire uno dentro allo stesso, con un linguaggio del tutto differente dalle parole superficiali visibili a tutti.

Un linguaggio dentro al linguaggio.

Ero stupefatta e così anche tutti i miei amici del forum..

Ho avuto tre giorni strani di assestamento dopo questo primo evento nel simbolismo: non solo leggevo in quel modo i sogni, ma tutto quello che vedevo, vivevo e leggevo, era tradotto automaticamente nel secondo linguaggio simbolico, lo traducevo ad un ritmo vertiginoso dentro di me..come se tutto scorresse ad una velocità supersonica...e non chiedetemi di spiegare meglio questa esperienza perchè non ci riuscirei.

Era molto faticoso ma appunto dopo tre giorni mi sono assestata e stabilizzata e questa capacità ho iniziato ad usarla solo per mia volontà.

Ho interpretato tantissimi sogni per tantissime persone...

Il linguaggio dentro al linguaggio come lo Spirito dentro all'uomo....

Mi sono dilungata per farvi comprendere chi sono e come sono arrivata a questo punto della mia vita  con la peculiarità di “canalizzatrice”.

In questi anni ci sono stati tantissimi altri eventi ed ho studiato tantissimo..soprattutto gli Archetipi (sono arrivata, come molti di voi sapranno se mi seguivano, al tredicesimo).

L'esperienza del “canalizzare" è iniziata per curiosità e gioco..ma per me cominciano sempre così le cose..e come molti di voi sapranno, questa è la seconda volta che apro questo sito dopo averlo cancellato compresi i relativi video su youtube.

Avevo fatto un lavoro enorme che appunto, molti di voi avranno visto ma ad un certo punto, schiacciata dal super-lavoro ( faccio i turni in un ospedale come infermiera) ho lasciato la porta aperta al dubbio che mi ha fatto cancellare tutto il lavoro fatto in tanto tempo: ma in quel momento pensavo che non era giusto pubblicare cose a cui nemmeno io credevo!

Non potevo farlo, non fa parte di me vendere falsità.

Così cancellai tutto qualche mese fa...e so di aver dato un dispiacere a molti miei amici.
Oggi ho ritrovato quell'equilibrio che avevo perso aiutata dai Maestri che attraverso varie esperienze mi hanno accompagnata nella comprensione di questo periodo della mia esistenza.

E così, rimboccandomi le maniche ma con occhio attento alle mie energie disponbili rimetterò tutto ciò che ho fatto fino ad ora insieme ai Maestri, compresi gli Archetipi.

Solo dopo questo lavoro continuerò con gli Archetipi rimanenti e probabilmente con le canalizzazioni.

Un bacio a tutti..

Angie